Quando ad aiutare gli studenti in difficoltà sono i compagni: la sperimentazione in Brianza

A Vimercate, all'ITIS Einstein, è partito il progetto "Peer to peer"

Studenti che aiutano altri studenti. In Brianza la nuova frontiera del supporto scolastico punta ad azzerare le distanze di apprendimento e a coinvolgere i ragazzi in un percorso formativo e di sostegno per aiutare gli studenti più piccoli in difficoltà con alcune materie.

L’idea è nata all’ITIS Albert Einstein di Vimercate dove è partita la sperimentazione del progetto “Peer to peer” per cui, a fronte di un credito formativo, gli studenti di quarta e quinta hanno dedicato parte del proprio tempo libero a supportare ragazzi di prima e seconda alle prese con matematica e inglese in orario pomeridiano e durante la settimana di Pausa Didattica della scuola.

“L’obiettivo finale è quello di aiutare i ragazzi più giovani a completare l’anno di studio con risultati positivi e dedicare così l’estate ad attività molto più gradevoli e nel contempo valorizzare le eccellenze presenti all’interno della scuola” spiegano dall’istituto. Grazie all’iniziativa di tutoraggio che ha preso il via nel primo quadrimestre più della metà degli studenti seguiti dai compagni sono passati da insufficienze gravi, come il 4, alla sufficienza piena con il 6. “I nostri neo insegnanti hanno quindi trovato le giuste parole, i giusti mezzi, per trasmettere ai più giovani l’arte di saper affrontare prove scritte e interrogazioni nel migliore dei modi. Un approccio semplice, alla pari che ha permesso ai ragazzi di recuperare non solo le carenze ma anche l’autostima e la fiducia nelle proprie capacità” commentano dall’ITIS.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività proseguirà nel secondo quadrimestre, intensificandosi durante la prima settimana di maggio, in modo da scongiurare il più possibile il rischio del debito formativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Pizza e cocaina nel locale, tre arresti dei carabinieri a Giussano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento