K-Flex, licenziamenti confermati: l'azienda rompe il silenzio ma non torna indietro

In una nota la proprietà ha definito "anti-economico" il mantenimento del sito di produzione di Roncello

Presidio fuori dalla K-Flex

Licenziamenti confermati e nessun ripensamento. Nonostante le rappresentanze sindacali abbiano invitato i vertici della K-Flex di Roncello a ritirare la procedura di licenziamento collettivo avviata, martedì durante il tavolo convocato in Assolombarda la situazione è rimasta immutata e i lavoratori proseguono la loro battaglia in difesa del posto di lavoro.

Durante la riunione, alla presenza di Marta Spinelli, responsabile del personale del gruppo, è emerso come l'azienda abbia utilizzato diversi milioni di euro derivanti da fondi statali per investimenti all'estero, atteggiamento e scelta che i sindacati hanno ritenuto un "atto gravissimo".

L'azienda, grande assente ai tavoli istituzionali convocati per discutere della problematica, ha deciso di rompere il silenzio e affidare a una nota le motivazioni della scelta di cessare la produzione e chiudere il sito di Roncello, lasciando senza lavoro 187 lavoratori.

"L'Isolante K-FLEX S.p.A (K-FLEX) si trova costretta a cessare l’attività produttiva della sede di Roncello-Via Leonardo da Vinci e procedere ad una riorganizzazione che coinvolgerà 187 lavoratori, corrispondenti all'intera forza lavoro relativa ai reparti produttivi diretti, di assistenza alla produzione, e parzialmente ai servizi amministrativi, logistici, commerciali ed accessori" si legge nella comunicazione ufficiale del marchio.

I vertici aziendali martedì non erano presenti nemmeno in Regione Lombardia dove è stata presentata una mozione urgente a firma di tutti i capigruppo che impegna la Giunta regionale "a farsi parte attiva in tutte le sedi opportune nei confronti dell'amministratore delegato e della proprietà per chiedere il ritiro della procedura di licenziamento collettivo dei 187 lavoratori ed il ventilato trasferimento in Polonia, facendo leva oltre che sulla responsabilità sociale dell'azienda e sugli ingenti finanziamenti pubblici ottenuti, anche sugli strumenti ed incentivi a propria disposizione al fine di salvaguardare la produzione e l'occupazione in Brianza, in stretto coordinamento con il tavolo insediato presso il Mise che sarà riconvocato a breve, come assunto dal Vice Ministro Teresa Bellanova nell'incontro dell' 8 febbraio 2017".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra le motivazioni indicate dalla K-Flex per la chiusura ci sono "lo squilibrio tra la domanda del mercato italiano e la capacità produttiva dell'impianto, l’aggravamento e mancata risoluzione delle gravi problematiche strutturali dell'edificio di Via Leonardo da Vinci, sede della Società e della produzione" che rendono "anti-economico il mantenimento in essere del sito e, quindi, impraticabile potervi proseguire l'attività". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento