Contro il gioco d'azzardo a scuola trionfa la matematica

A Vimercate allestito il laboratorio del progetto "Fate il nostro gioco" sulla matematica del gioco d'azzardo

Uno dei momenti del laboratorio "Fate il nostro gioco" (Foto dal sito ufficiale del progetto)

Gratta e vinci, fiche e persino una roulette vera all'interno di un'aula scolastica. Tutto per disilludere i ragazzi e smontare, calcoli e probabilità alla mano, il mito della fortuna nel gioco d'azzardo. 

"Fate il nostro gioco" è il titolo del progetto che ha allestitto un laboratorio sulla matemaica del gioco d'azzardo ospitato fino al 24 gennaio all'interno dell'istituto "Vanoni" di Vimercate. Tutto è iniziato nel 2009 quando Paolo Canova e Diego Rizzuto, un matematico e un fisico torinesi, hanno condotto uno studio sulla matematica del gioco d'azzardo e hanno dato vita prima a una mostra e poi a un progetto più ampio che, insieme a Sara Zaccone, hanno portato in Brianza per svelare anche ai ragazzi il finto mito dell'azzardo. 

"Si tratta di un laboratorio, in tutto simile a quello di Fisica o Chimica che si trova in molte scuole superiori. In questo laboratorio, il tavolo per gli esperimenti è un grande tavolo da roulette francese. Gli strumenti sono migliaia di fiches colorate e una lavagna interattiva mobile collegata ad un computer per raccogliere dati ed effettuare simulazioni" spiegano gli organizzatori. 

Di fronte al gioco che può trasformarsi in vera e propria mania, per non farsi prendere dall'illussione della fortuna, non resta dunque che affidarsi alla matematica che non mente mai. "L’idea è di usare la matematica come strumento di prevenzione" - spiegano gli ideatori del progetto sul sito di presentazione dell'iniziativa - "una specie di “antidoto logico” per immunizzarsi almeno un po’ dal rischio degli eccessi da gioco. Perché, ne siamo convinti, la matematica è esercizio di pensiero critico, un’occasione per creare un’opinione consapevole nei cittadini, specialmente nei ragazzi, in un ambito in cui molto si basa sulla scarsa conoscenza delle leggi che governano la sorte". 

Il laboratorio è stato allestito all'interno dell'istituto di istruzione superiore "Vanoni" a Vimercate nell'ambito del progetto "La trappola del gioco: se la conosci la eviti" che coinvolge anche i comuni di Carnate, Burago di Molgora e Ornago.

L'istituto si trova in via Adda 6. Le visite sono guidate e durano 1 ora. Il laboratorio al mattino è riservato alle scuole mentre è aperto alla cittadinanza dalle 14:30 alle 17:30. (Domenica 10:00-13:00 e 14:30-18:30). L'accesso è gratuito ed è consigliata la prenotazione. Per prenotazioni è possibile contattare il Comune di Carnate al numero di telefono fisso 0396288245 (lun-ven: 8:30-12:30), al numero di cellulare 3281509960 (lun-ven: 8:30-17:00 e sab: 9:00-12:00) o via email all'indirizzo fateilnostrogioco@comune.carnate.mb.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento