Controlli in città / Sant'Alessandro / Via Sant'Alessandro

Passamontagna e kit da scasso: i tre ladri pronti a svaligiare le case a Monza fermati dalla polizia

Il controllo e il fermo nella notte in città

Passamontagna, guanti, torce e arnesi da scasso compresa una smerigliatrice per forzare ingressi e scardinare cassaforti. Questo quello che i poliziotti hanno trovato a bordo di un'auto che si aggirava nel quartiere Sant'Alessandro nella nottata di venerdì 21 aprile, con a bordo tre uomini. Con tutta probabilità intenzionati a entrare in azione e a colpire qualche appartamento in città per svaligiarlo.

A fermare il terzetto, tutti cittadini di origine romena tra i 30 e i 36 anni, sono stati i poliziotti della Squadra Volante della questura di Monza impegnati in un servizio di controllo del territorio. Erano quasi le due di notte quando il personale ha notato una berlina con a bordo i tre all'altezza del sottopasso ferroviario. Improvvisamente alla vista della polizia l'auto si è fermata. E l'atteggiamento insolito ha insospettito gli agenti che hanno fermato il veicolo ed effettuato un controllo. I tre uomini, tutti con precedenti per reati contro il patrimonio, si sono mostrati nervosi, senza riuscire a fornire indicazioni sul perché si trovassero lì.

Passamontagna e il kit per lo scasso in auto

Nel bagagliaio del veicolo è stato trovato un "fornitissimo armamentario per forzare gli ingressi di appartamenti e scardinare eventuali casseforti", specificano dalla questura di Monza. All'interno di uno zainetto infatti c'erano una smerigliatrice a batteria, una tronchesi, un paio di forbici e una pinza universale in ferro; inoltre, nel bagagliaio erano presenti tre borsoni di grandi dimensioni, due torce frontali, un paio di guanti rossi e gialli e due pezzi di stoffa nera a forma di passamontagna. Tutto il materiale è stato sequestrato e secondo quanto emerso dal controllo e dagli accertamenti effettuati, per la questura, è "evidente come i tre fossero pronti ad entrare in azione in città per commettere reati predatori in danno di abitazioni". Ma a fermarli è stata proprio la volante della polizia incontrata sul percorso.

I tre uomini sono stati accompagnati in questura ed è emerso che su uno dei tre gravava un provvedimento di ordine di esecuzione per la carcerazione con contestuale decreto di sospensione emessi dal Tribunale di Novara per reati contro il patrimonio. Il questore Marco Odorisio ha attivato la Divisione Polizia Anticrimine e l’Ufficio Immigrazione per l’adozione dei provvedimenti amministrativi: nei loro confronti sono state disposte le misure di prevenzione degli avvisi orali e dei fogli di via obbligatori dal comune di Monza insieme a tre provvedimenti di allontanamento dal territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passamontagna e kit da scasso: i tre ladri pronti a svaligiare le case a Monza fermati dalla polizia
MonzaToday è in caricamento