Colpo da 45mila euro alla Villa Reale, in manette la banda del furto "reale"

Arrestata una giovanissima addetta alla biglietteria, il fidanzato di lei e un vigilante. Scoperto anche un giro di spaccio

Il ladro all'interno della Villa Reale

Un furto "reale", messo a segno in un minuto e mezzo, con un bottino da 45mila euro. Un colpo troppo perfetto anche per il più esperto dei ladri. Così, tra dubbi, sospetti e intercettazioni alla fine la polizia di Stato ha arrestato i presunti responsabili del furto alla Villa Reale di Monza, avvenuto nella serata di lunedì 9 gennaio. 

Dopo qualche mese di indagine gli agenti hanno individuato e dato esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare in carcere per furto aggravato nei confronti dei componenti della banda che ha organizzato e messo a segno il colpo all'interno della Reggia che fin da subito era parso molto sospetto, per modalità e tempi di esecuzione. Tre le persone coinvolte: una giovanissima addetta alla biglietteria del complesso, una ragazza di 25 anni, F.B., incensurata, residente a Giussano, il fidanzato di lei, autore materiale del furto, un 54enne di Giussano, con precedenti per reati in mataria di spaccio e reati contro il patrimonio e un addetto alla sicurezza in servizio alla Villa Reale per conto di una società che si occupa della vigilanza nel complesso. 

Che all'interno della Villa Reale qualcuno avesse potuto aiutare i ladri, fornendo informazioni utili sulla localizzazione della cassaforte e sulla sua combinazione, i poliziotti del commissariato di Monza e della Squadra Scientifica intervenuta per i rilievi lo avevano capito fin da subito. 

A fare da "talpa" e a fornire al suo compagno la localizzazione esatta della cassaforte e la combinazione necessaria ad aprirla sarebbe stata la 25enne, aiutata anche da un amico della coppia, F.D., un uomo di 41 anni di Giussano, addetto alla sicurezza per conto di una società che gestisce il servizio di vigilanza alla Reggia di Monza. Il 41enne avrebbe dato preziose indicazioni all'amico in merito alla collocazione delle telecamere di videosorveglianza e alle modalità con cui arginare i controlli. Soltanto così, poco dopo le 19 del 9 gennaio, in meno di un minuto e mezzo, il 54enne sarebbe riuscito a entrare nella Reggia di Monza, spostare la telecamera che inquadrava la cassaforte, aprire il dispositivo grazie alla combinazione fornita dalla sua compagna e mettere le mani sul bottino: 44mila e seicento euro in contanti. Tutto questo mentre le telecamere, manomesse dall'uomo, inquadravano le pareti della stanza. 

I segni di scasso e i danneggiamenti che la cassetta di sicurezza presentava erano soltanto una copertura, messa in atto da qualcuno quando già la cassaforte era stata svuotata per depistare le indagini. A confermarlo sono state le verifiche della polizia Scientifica e i rilievi effettuati la mattina successiva quando il personale della Reggia si è accorto di quanto era accaduto.

Le indagini si sono avvalse anche di intercettazioni telefoniche e ambientali e grazie alle telefonate i poliziotti sono riusciti a portare alla luce anche un giro di spaccio attivo in Brianza, tra Carate Brianza e Giussano, facente capo al 54enne. Tutti e tre i ladri sono stati arrestati con l'accusa di furto aggravato in concorso e ora si trovano in carcere. A incastrare i presunti responsabili è stata anche la localizzaione effettutata sulla base dei loro telefoni cellulari prima e dopo il colpo, la sera del 9 gennaio.

Nei confronti dell'autore materiale del furto, il 54enne fidanzato della giovane addetta alla biglietteria, pende anche un'accusa relativa allo spaccio di cocaina e marijuana. Le intercettazioni telefoniche hanno documentato un'intensa attività di cessione di sostanze stupefacenti che il 54enne gestiva nei pressi di otto diversi bar di Carate Brianza dove incontrava i clienti ed effettuava le vendite. Nessuna traccia del bottino del colpo: i 45mila euro secondo gli inquirenti sarebbero stati tutti reinvestiti nell'attività di spaccio.

Le misure sono state eseguite lo scorso 13 giugno.

Furto Villa Reale logo-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento