rotate-mobile
Cronaca San Gerardo / Via Umberto Giordano, 1

Il ladro e il complice sulla sedia a rotelle: sorpresi dopo un furto in auto

Denunciati dagli uomini del commissariato di Polizia di Stato sabato pomeriggio: qualcuno ha segnalato la fuga di due malviventi sorpresi a rovistare all'interno di una vettura in sosta

Un furto, i malviventi in fuga su un'auto e un dettaglio che non è passato inosservato. Venerdì pomeriggio a Monza una coppia di ladri è entrata in azione in via Giordano, a ridosso dell'ospedale San Gerardo, dove i due hanno puntato a un'auto parcheggiata e hanno forzato la portiera del mezzo per frugare all'interno dell'abitacolo.

Mentre uno dei malviventi si occupava di rovistare nell'auto alla ricerca di qualcosa di valore da portare via, il complice controllava che nessuno intorno si accorgesse di nulla seduto su una sedia a rotelle. I due poi, subito dopo il furto, sono saliti a bordo di una Lancia Ypsilon e si sono dati alla fuga. Qualcuno però ha assistito alla scena e ha lanciato l'allarme al commissariato di Polizia di Stato di Monza, riferendo agli agenti il coinvolgimento del ladro disabile e suggerendo di cercare una persona in carrozzina. La volante è intervenuta immediatamente sul posto e ha iniziato a controllare l'area circostante alla ricerca dei fuggitivi. L'intuizione degli agenti ha fatto in modo che i controlli fossero estesi nell'area a ridosso di via Giordano dove risiedono diversi pregiudicati. Qui, in strada, i poliziotti hanno rintracciato il presunto ladro in sedia a rotelle e gli hanno fatto qualche domanda. L'uomo ha confessato di aver preso parte poco prima al furto e ha consentito alla Polizia di Stato di individuare anche l'altro complice.

Per i due è scattata una denuncia per furto: nei guai sono finiti M.G., 48 anni, monzese, disabile con diversi precedenti specifici per reati contro il patrimonio e M.A., 47enne, anche lui monzese e incensurato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ladro e il complice sulla sedia a rotelle: sorpresi dopo un furto in auto

MonzaToday è in caricamento