Ladro compulsivo arrestato dai carabinieri: per comprare la droga rubava di tutto

Tra il bottino del malvivente anche auto, cibo, scarpe e perfino uno snowboard

Bancali di cibo, scarpe da donna. E perfino una barra da snowboard, una stecca da biliardo, un decespugliatore e un tagliaerba. Precipitato nel tunnel della droga, un giovane di 31 anni, di Desio, per riuscire a procurarsi la dose quotidiana, rubava. E rubava di tutto. Non esitando ad assaltare centri commerciali, fare sparire auto, saccheggiare cantine, garage e villette. Una decina i furti messi a segno solo negli ultimi giorni. 

Domenica, nelle prime ore dell’alba, l’ultimo furto di una lunga serie. I carabinieri di Desio lo hanno arrestato per furto nel deposito merci dell’Esselunga di via Caravaggio. Con una serie di incursioni nel magazzino del centro commerciale, il 31enne era riuscito a portare via 500 euro di generi alimentari. Il cibo era stipato in un’auto, una Subaru stracarica e con gli ammortizzatori bassi, parcheggiata sul piazzale dell’Esselunga di Desio. L’auto era stata rubata in un garage a Cesano Maderno. Nel baule della vettura c’erano anche un asse per snowboard e una stecca da biliardo, rubati alcune settimane prima in un garage. Il tossicodipendente aveva inoltre con sé le chiavi di un’altra utilitaria, una Tata che aveva rubato nell’ottobre scorso a Ceriano Laghetto e poi abbandonata a Cesano Maderno.

Nell’auto, i carabinieri hanno trovato un decespugliatore, un tagliaerba, un tagliabordi, una motosega, un soffiatore e 14 paia di scarpe da donna rubati in alcune cantine e garage a Ceriano Laghetto. Ora la catena di furti ha avuto fine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento