Cronaca Lentate sul Seveso

Ladro in fuga resta in panne e chiama la mamma: "Accompagnami dai carabinieri"

Il fatto è accaduto venerdì 30 luglio a Lentate sul Seveso

Commette una rapina nel bar del paese e poi scappa in auto. Ma resta a secco e telefona alla mamma per farsi accompagnare dai carabinieri e costituirsi.

Si è presentato in caserma accompagnato dalla madre l’uomo che nella giornata di venerdì 30 luglio ha compiuto una rapina in un bar di Birago. L’uomo - 37 anni di Lentate sul Seveso, tossicodipendente, pregiudicato per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti - alle 13.45 era entrato nel bar brianzolo e armato di coltello era riuscito a impossessarsi del registratore di cassa.

Poi è fuggito a bordo della sua Audi A3,cercando di far perdere le tracce. Ma la fuga è durata poco: l’auto è rimasta a secco. Era finito il carburante e l’uomo ha preferito consegnarsi alle forze dell’ordine.

Ha telefonato alla mamma e le ha chiesto di andarlo a prendere e di accompagnarlo dai carabinieri.

I militari della caserma di Lentate sul Seveso, durante gli accertamenti, hanno scoperto che l’uomo aveva commesso anche altri reati sui quali stavano indagando. Era l’autore dello scritto anonimo con minacce che lo scorso 17 luglio era stato posto all’ingresso di un condominio del paese. Sempre lui l’autore del furto, il 24 luglio, di un blocchetto di Gratta e Vinci in una tabaccheria di Lentate sul Seveso. Il blocchetto aveva un valore commerciale di 300 euro.

Al termine degli accertamenti l’uomo  è stato denunciato per rapina aggravata, minacce e furto con destrezza.

I militari dell’Arma hanno ritrovato e riconsegnato al negoziante il registratore di cassa che l’uomo, durante la fuga, aveva gettato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro in fuga resta in panne e chiama la mamma: "Accompagnami dai carabinieri"

MonzaToday è in caricamento