Ladro ucciso, parla la fidanzata: “Adesso chi mi restituirà Gjergji?”

Non ci sta Mirela, la fidanzata trentenne del ladro di ventidue anni ucciso in una villetta a Vaprio d’Adda durante un tentativo di furto. Il pensionato che ha aperto il fuoco, un 65enne, è indagato per omicidio volontario

La vittima e la fidanzata - Foto da Fb

E’ arrabbiata. E’ disperata. Ma non si è ancora arresa. 

C’è frustrazione nelle parole di Mirela, la fidanzata di Gjergji G., il ladro albanese ventiduenne ucciso lunedì notte da un pensionato durante un tentativo di furto in una villetta a Vaprio d’Adda. 

"Ma quale legittima difesa, me l'hanno ammazzato”, si è sfogata la donna ai macrifoni di TgCom24. E ancora: “Ora chi me lo restituirà?".

VIDEO - Il pensionato torna nella villetta dell’omicidio

pensionato video-2

Ad aprire il fuoco contro il ventiduenne, che era stato espulso dall’Italia nel 2013 dopo alcuni mesi di carcere, è stato Francesco Sicignano, un pensionato sessantacinquenne che ha raccontato di essere stato svegliato da dei rumori e di aver sparato nel buio contro un’ombra che gli veniva incontro. 

Il ladro, che viveva in una casa di Trezzo sull’Adda in compagnia della fidanzata, è morto praticamente subito, colpito al cuore, mentre i suoi due complici sono riusciti a fuggire. 

Da quella sera, il pensionato è indagato per omicidio volontario e i carabinieri di Vimercate e Milano sono al lavoro per chiarire alcuni dubbi sulla sua ricostruzione. L’uomo, che ha raccontato di aver acquistato una pistola nel 2008 dopo alcuni furti, ha sempre ammesso di aver sparato al ventiduenne dentro casa. Il corpo della vittima, però, sarebbe stato trovato sulle scale esterne dell’abitazione e in casa sembra che non ci siano tracce di sangue. 

VIDEO - Il pensionato si affaccia al balcone e ringrazia tutti 

video vaprio-2

Era stata propria la fidanzata della vittima, poche ore dopo la morte del ragazzo, ad aiutare gli inquirenti nel riconoscimento del cadavere. Mirela, infatti, aveva denunciato la scomparsa del suo compagno, che non era tornato a casa nella notte tra lunedì e martedì. 

Proprio in quei minuti, nella villetta di via Cagnola a Vaprio d’Adda si consumava la tragedia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento