Inquinamento, il fiume Lambro si tinge di rosso

È successo nel pomeriggio di mercoledì 1° agosto, pochi giorni fa si era tinto di verde

Il Lambro rosso

Nel pomeriggio di mercoledì 1° agosto il fiume Lambro si è colorato di rosso. Il fenomeno è stato registrato nella frazione San Maurizio di Brugherio e successivamente nei comuni a valle. Secondo le prime informazioni il colore anomalo sarebbe stato causato da una sostanza "tracciante" non tossica, immessa nel fiume all'altezza di Brugherio. Per il momento non è ancora chiaro chi sia il responsabile.

Non è la prima volta: il Lambro aveva assunto color cremisi già a gennaio, mentre a luglio si era tinto di un colore verde brillante. In quest'ultimo caso la colpa  è stata di un'azienda farmaceutica che aveva sversato nelle reti del collettore fognario  fluoresceina, colorante biodegradabile utilizzato anche per scopi medici e come tracciante delle acque sotterranee. L'azienda era stata identificata da Brianzacque che aveva precisato che il fatto sarebbe stato segnalato alle autorità competenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento