Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Largo Giuseppe Mazzini

Costano caro le lampadine a risparmio energetico: oltre 600 mila euro per quelle dei semafori

E' in corso a Monza il piano di riqualificazione degli impianti semaforici che prevede la sostituzione delle vecchie lampadine con quelle a Led, secondo le direttive dell'Autorità per l'energia: un'accortezza che costa 300 mila euro in più rispetto al passato.

MONZAAdeguarsi al risparmio energetico costa caro. Ce ne si accorge in casa quando c’è da cambiare una vecchia lampadina ad incandescenza con una nuova a basso consumo, e pressappoco vale lo stesso discorso per il Comune alle prese con le lampadine dei suoi 85 semafori distribuiti tra gli incroci della città.

E’ in attuazione il progetto esecutivo di “riqualificazione degli impianti semaforici”, il documento approvato dalla Giunta nel 2012 e che da oltre un anno pianifica gli interventi per aggiornare i semafori monzesi e che, soprattutto, ne paga le spese: un conto che supera i 600 mila euro. Una cifra alta con cui è previsto in 43 incroci semaforizzati di Monza una serie di miglioramenti di cui i principali sono dettati dall’Autorità per l’energia elettrica secondo le norme del 2010 in materia di risparmio energetico.

Le direttive infatti richiedono al municipio di sostituire le vecchie lampade semaforiche con nuove luci a Led. Un’azione che nel lungo periodo garantirà risparmi nei consumi energetici e nelle spese di manutenzione, ma che nell’immediato costa caro. Circa 300 mila euro in più rispetto al primo progetto del Comune redatto nel 2008 per la sistemazione dei semafori, che non prevedeva lampade a Led e la necessità di uniformarsi alle direttive dell’Autorità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costano caro le lampadine a risparmio energetico: oltre 600 mila euro per quelle dei semafori

MonzaToday è in caricamento