Tangenzialina dell'ospedale, il sopralluogo in cantiere

Per l’esecuzione dei lavori i tempi contrattuali sono pari a 750 giorni (giorni naturali e consecutivi a partire dal 4 novembre 2015) e la data ultima è fissata al 23 novembre 2017. A breve partiranno gli interventi di scavo del tunnel

Partiranno entro un mese gli interventi di scavo del tunnel per il completamento dei lavori in corso nel secondo lotto della SP6. 

Il cronoprogramma è stato illustrato giovedì mattina durante un sopralluogo tecnico in cantiere alla presenza del Presidente della Provincia Gigi Ponti. Dopo lo stop che aveva interessato il cantiere nei mesi scorsi, a causa del fallimento della ditta appaltatrice e il subentro della nuova impresa aggiudicataria, la società Ing. Leopoldo Castelli Spa Costruzioni, sono ripresi gli interventi preliminari di preparazione dell’area dei lavori. Al momento risultano quasi del tutto terminati gli interventi in capo a Gelsia Reti per lo spostamento e l’adeguamento dei sottoservizi: l’azienda che si occupa di erogazione di gas e metano è intervenuta nella zona antistante l’accesso al Pronto Soccorso del Ospedale San Gerardo ma restano ancora da eseguire i lavori in via della Fortuna. Per permettere di avviare il cantiere nell’area si dovrà provvedere allo spostamento di fognature, rete acqua e rete elettrica nel sottosuolo e nei corpi illuminanti.

Nel corso dell’incontro di martedì è stato anche illustrato il piano della viabilità provvisoria del cantiere che porterà con sè la modifica la modifica della circolazione tra via Boito – via Cadore – via della Fortuna – via Nobel senza alcuna interruzione del traffico. Per l’esecuzione dei lavori i tempi contrattuali sono pari a 750 giorni (giorni naturali e consecutivi a partire dal 4 novembre 2015) e la data ultima è fissata al 23 novembre 2017.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In cantiere però i lavori hanno dovuto subire anche alcuni imprevisti a causa del rinvenimento nei pressi dell’innesto sulla rotonda della Birona di materiali contenenti amianto. Gli interventi sono stati temporaneamente sospesi e le analisi specifiche non hanno portato alla luce la presenza di inquinanti nel terreno. In via Nobel invece sono state trovate nell’area del cantiere lastre contenenti amianto, abusivamente abbandonate. Anche per queste si sta provvedendo allo smaltimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Milano, va a trovare il papà in ospedale ma trova il letto vuoto: "Suo padre è morto da ieri"

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Maxi blitz della polizia ai giardinetti e un elicottero in volo sopra Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento