Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Libertà / Via Giacomo Tosi

Legionella, Acsm Agam: "Nessun pericolo nella rete di acqua potabile"

Il comunicato dell'azienda dopo il ricovero per legionella avvenuto a inizio agosto di un uomo residente in un condominio di via Tosi 4

"La problematica non interessa la rete di distribuzione dell’acqua potabile".

E' con queste parole che l'azienda Acsm Agam Reti Gas e Acqua rassicura la cittadinanza sul tema legionella e sulla paura dell'infezione (impossibile il contagio da persona a persona) dopo i casi di Bresso, Cinisello e Paderno Dugnano.

La precisazione è arrivata dopo che è stato reso noto il ricovero avvenuto il primo agosto 2014, a mesi di distanza, di un uomo residente in un condominio di via Tosi 4, generando polemiche tra i residenti. 

In seguito all'accaduto il 5 agosto l'Asl di Monza e Brianza ha effettuato i rilievi con sette campioni di acqua prelevati e analizzati. Dall'Asl fanno sapere che la procedura in quel caso è stata portata avanti come da prassi e da protocollo e che dopo la segnalazione dei medici è stato avvisato anche l'amministratore e informato delle procedure da seguire.

La sanificazione dell'impianto del condominio coinvolto è stata portata a termine l'altro ieri e ad oggi nessun altro caso di legionella è stato segnalato a Monza.

"Come noto, la legionella si può sviluppare solo in condizioni di ristagno" precisa ancora il comunicato di Acsm Agam che vuole evitare che nei cittadini si generi inutile allarmismo "e a temperature ben più elevate di quelle a cui viene erogata l’acqua nelle reti di distribuzione idrica". 

L'Asl di Monza e Brianza ha divulgato una informativa in cui si spiega in cosa consiste l'infezione batterica, dove si trova il batterio e sulle precauzioni preventive da adottare (Leggi i consigli). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legionella, Acsm Agam: "Nessun pericolo nella rete di acqua potabile"

MonzaToday è in caricamento