Scuole fatiscenti, Scanagatti: "Solidale, ma spetta alla Provincia"

Il sindaco prende carta e penna e scrive agli studenti che avevano manifestato sotto la sua finestra: "Vi avrei ricevuti". Poi precisa: "Facciamo chiarezza: a parte l'ISA, tocca alla Provincia"

Il liceo Zucchi di Monza

Pubblichiamo integralmente il testo della lettera del sindaco Roberto Scanagatti agli studenti di Monza.

Cari studenti,

    ho ascoltato e sto ascoltando con attenzione le vostre rivendicazioni, i motivi della vostra protesta, e mercoledì scorso, quando il vostro corteo si è fermato sotto il mio ufficio, se fossi stato presente avrei avuto piacere di ricevere una vostra delegazione. Come voi, credo che sia indispensabile potenziare con ogni mezzo la scuola pubblica, che è il punto di partenza per la costruzione del futuro di voi giovani, e, come voi, credo che le politiche di austerità e la logica dei tagli che si sono susseguite negli anni non abbiano aiutato e non stiano aiutando in questa direzione.

 E’ necessario però fare anche un po’ di chiarezza, non solo perché molte istituzioni pubbliche, come i Comuni, sono a loro volta vittime delle decisioni del governo e della cosiddetta spending review che colpisce anche il mondo della scuola, ma anche perché all’interno della pubblica amministrazione esistono specifiche competenze che non possono essere confuse.

 Voi rivendicate il bisogno di manutenzioni e interventi nei vostri istituti, e avete pienamente ragione: fate bene a denunciare le situazioni critiche che esistono nelle vostre scuole, ma, quando si tratta di istituti secondari, il Comune non ha alcuna competenza. Gli interventi che voi chiedete, come in generale tutta la manutenzione delle scuole secondarie, spetta infatti completamente alle province.

 Diverso il discorso per quanto riguarda l’Istituto d’Arte che, per la sua sede particolare, vede anche il Comune coinvolto negli interventi di recupero e manutenzione: e infatti tra i primi atti dopo il mio insediamento abbiamo inserito nel piano triennale delle opere pubbliche uno stanziamento di 1.100.000 euro per gli anni 2013 e 2014, per la ristrutturazione della sede dell’ISA.

 Tengo comunque a ribadirvi la mia più sentita e convinta solidarietà, comprendo le vostre ragioni e condivido tutte le preoccupazioni di una generazione, come la vostra, che si percepisce “senza futuro”. Vi assicuro tutto il mio impegno per rendere meno difficile la vostra condizione di “giovani” e di studenti, per contribuire a risolvere le criticità della scuola monzese. E, poiché credo fermamente nel valore del dialogo, sono sempre disponibile a confrontarmi con voi.

 

Roberto Scanagatti

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sindaco di Monza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento