rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Il liceo brianzolo dove in classe si entra con la gonna

Succede a Monza, al liceo classico Zucchi, dove il 10 novembre i ragazzi e le ragazze sono entrati in classe indossando la gonna. Ecco perché

Al suono della campanella sono entrati in classe indossando la gonna. Niente jeans, niente tuta, niente pantaloni per gli studenti del liceo classico Zucchi di Monza.

Gli "zucchini" e  le "zucchine" (che hanno aderito all'iniziativa) oggi si sono presentati in classe con una mise diversa per dire basta al sessismo. Gonne corte, lunghe, a tinta unita o a fantasia. Qualche studente è andato oltre abbinandoci anche i collant. Ma tutti perfettamente a loro agio nel nuovo look. La scelta di un look molto distante da quello tradizionale per manifestare il loro no al sessismo.

"Le gonne sono considerate un indumento tipicamente femminile - hanno spiegato sui social gli studenti del prestigioso liceo monzese -. Spesso al centro di scambi di idee riguardo al loro essere appropriate, rispetto al contesto in particolare quello scolastico. Se è un uomo a portare la gonna la cosa è spesso considerata riprovevole, poichè considerato abbigliamento 'poco mascolino' e 'da donna'".

Gli studenti dello Zucchi hanno così deciso di rompere gli schemi entrando con la gonna in quel liceo da sempre simbolo di rigore, tradizione e severità. Per un giorno studenti e studentesse accomunate, non solo dalla paura per le interrigazioni, ma anche dallo stesso abbigliamento. Tutti con la gonna "per manifestare il desiderio di vivere in un luogo in cui sentirsi liberi di essere ciò che si è, e di non essere definiti dai vestiti che si indossano", hanno ribadito sui social. 

Inclusione e libertà: queste le parole chiave di un'iniziativa che, certamente, non è passata inosservata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il liceo brianzolo dove in classe si entra con la gonna

MonzaToday è in caricamento