"Aiuto la mamma è in pericolo", bimbo di tre anni chiama i vicini e salva madre

Nell'abitazione di Limbiate i carabinieri hanno sorpreso il padre, ubriaco, che picchiava e mordeva la donna. In manette è finito un uomo di 36 anni

Carabinieri

Ha visto le botte e sentito le urla disperate così ha capito che c'era una sola cosa da fare: uscire di casa e cercare aiuto. E a tre anni ha salvato sua mamma dalla furia violenta del padre che per l'ennesima volta, dopo aver bevuto, aveva aggredito la donna in casa.

Ha suonato il campanello della porta dell'abitazione dei vicini e ha chiesto aiuto. E in pochi istanti grazie alla segnalazione nell'appartamento di Limbiate dove vive la giovane coppia sono arrivati i carabinieri della tenenza di Cesano Maderno. Quando i militari dell’Arma sono entrati dentro casa, l’uomo stava colpendo con violenza, con calci, pugni e morsi, la moglie di 33 anni. Il 36enne è stato bloccato e arrestato in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia mentre la donna è stata soccorsa da un'ambulanza e trasferita in ospedale al san Gerardo di Monza dove è stata visitata in pronto soccorso.

La vittima ha raccontato ai militari di altri trascorsi simili episodi e per l'uomo, che ha diversi precedenti specifici, si sono aperte le porte del carcere di San Vittore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento