Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Limbiate

Uccisa dal figlio a coltellate in casa, morta Rosanna Bezzi

La donna, limbiatese, viveva in un appartamento in via Piave 4 con il figlio che soffriva di depressione e disturbi psichici. Dopo essere stato in cura a Gabagnate e Milano, in seguito alla morte del marito l'aveva ripreso in casa con sè

Dal 2007 era rimasta vedova e viveva con il figlio di 48 anni, Alessandro, affetto da disturbi psichici e crisi depressive. 

La convivenza di madre e figlio era andata avanti per anni dopo che l'uomo in seguito alle cure a Garbagnate Milanese e a Milano aveva fatto ritorno a casa dalla donna rimasta sola. Tra alti e bassi i due condividevano lo stesso tetto e le difficoltà dell'uomo a trovare un lavoro erano diventate una preoccupazione costante per la donna e, con tutta probabilità, motivo di discussione in famiglia.

Mercoledì sera, forse in preda a un raptus, il 48enne ha ucciso la madre nel sonno, in camera da letto, ferendola con diverse coltellate, e poi ha tentato di mascherare l'omicidio appiccando il fuoco alla casa. La vittima, Rosanna Bezzi, 82 anni, è stata trovata senza vita dai vigili del fuoco e dai carabinieri che, in seguito all'allarme lanciato dai vicini per il fumo, si sono precipitati sul posto. 

Quando i soccorsi hanno sfondato la porta hanno trovato la pensionata senza vita e poco lontano, nello stabile, il figlio che ha ammesso l'omicidio. L'uomo al momento si trova in carcere a San Vittore. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa dal figlio a coltellate in casa, morta Rosanna Bezzi

MonzaToday è in caricamento