In crisi la Linkra-Compel di Concorezzo: 120 posti a rischio

L'azienda ha deciso di esternalizzare il laboratorio dei prodotti Linkra. Si parla di 120 esuberi, ma il numero potrebbe aumentare

CONCOREZZO - Si parla di almeno 120 esuberi per il laboratorio Linkra di Concorezzo, il ramo dell'azienda che si occupa del settore ricerca e sviluppo. La Linkra Compel dà oggi lavoro a circa 560 persone tra gli stabilimenti di Concorezzo e Cornate d'Adda. I tagli sarebbero stati confermati in un incontro tra i vertici della società e i rappresentanti della maestranze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è qualche incertezza riguardo ai numeri, ma si parla di almeno 120 dipendenti. L'idea dell'azienda è di esternalizzare il laboratorio Linkra che si occupa di ricerca e sviluppo, oppure gestirlo in partnership con altre società.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento