Fido a scuola: in piena pandemia apre l'asilo dei cani

Una storia di coraggio e di passione quella di Eleonora Sirtori. Il suo immenso amore per i cani l'ha portata ad aprire in piena emergenza sanitaria un grande asilo per gli amici a quattro zampe. Dalle 7.15 senza sosta a seguire cani di tutte le età e di tutte le razze

Un amore a quattro zampe nato durante la malattia e che per Eleonora si è trasformato in preziosa medicina per superare quel difficile momento. Oggi quell’amore continua e anzi è diventato il suo lavoro, realizzando nel complicatissimo anno del Coronavirus un sogno che da tempo cullava: aprire un asilo per i cani.

Una storia positiva, carica di ottimismo e di amore, quella che vede come protagonista Eleonora Sirtori, 40 anni di Carate Brianza, che ha da poco inaugurato a Lissone Fido Village, un grande asilo diurno per cani: 3.000 metri quadrati dove Fido si diverte, gioca, socializza e impara. Così come avviene per il bambino che va alla scuola materna. Nel grande spazio verde vengono offerti anche i servizi di toelettatura professionale per cani e gatti, educazione cinofila, corsi e socializzazione per cuccioli, servizio taxi per cani e gatti, vendita di mangimi naturali e specializzati e attrezzi.

Eleonora non è sola in questa avventura: al suo fianco c’è Giovanna Pizzagalli toelettatrice cresciuta alla prestigiosa scuola del toelettore Biagio Cellamare. “I cani sono la mia vita – racconta Eleonora che di cani ne ha cinque e la seguono ogni giorno nella sua attività -. Il mio cane mi ha aiutata molto in un momento difficile della mia vita, spronandomi a non mollare mai, insegnandomi a crederci sempre e a non arrendersi”.

Eleonora ha una vera e propria devozione nei confronti degli  amici a quattro zampe: di tutte le taglie, di tutte le età, di tutte le razze. Un amore che l’ha spinta a intraprendere questa avventura. La fatica, le difficoltà, le incertezze, anche economiche, che in questo momento di pandemia ci assillano non la spaventano. La passione e l’amore che mette nel suo lavoro sono la sua forza.

Non è certo facile seguire oltre 22 cani al giorno, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19, con la possibilità, così come avviene per i bambini, del servizio pre asilo che inizia alle 7.15 con i padroni che, zaino in spalla o ventiquattrore alla mano, consegnano ad Eleonora il loro adorato animale prima di andare al lavoro.

“La gioia più grande è sapere che la sera quando tornano a casa i cani sono sereni e felici. Ogni giorno giocano, li accompagno in passeggiata; proprio come i bambini vengono premiati quando fanno i bravi e sgridati quando sbagliano”. Tra i momenti più impegnativi c’è certamente quello della pappa che i proprietari consegnano la mattina.”Sono bravissimi. I più anziani ritrovano vigore ed energia e anche se hanno qualche acciacco corrono e saltano”.

Sono tante le idee che Eleonora e Giovanna stanno elaborando: certamente qualche collaborazione con l’Enpa di Monza che nei giorni scorsi non ha voluto mancare all’open day. Ma soprattutto la determinazione di non mollare e quella forza che la sera ritrovano sui maglioni e sui pantaloni ricoperti di pelo con la certezza che, quella appena intrapresa, è la strada della felicità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento