menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba un’auto ma si trova di fronte il proprietario: ladro picchiato e arrestato

L'episodio a Lissone

Si è trovato nella situazione in cui nessun ladro d’auto vorrebbe mai imbattersi: di fronte al volto infuriato del proprietario della vettura, deciso a fargliela pagare.

E così il «topo d’auto», sorpreso in azione, è finito in carcere con l’accusa di rapina impropria. E con parecchie ammaccature in tutto il corpo. Sì, perché il padrone della Fiat Punto parcheggiata in via Silvio Pellico, un 27enne di Lissone, non l’ha presa bene. Furibondo perché il ladro aveva forzato la serratura, danneggiato la portiera, rotto il blocchetto dello sterzo e manomesso i fili, domenica sera ha pensato bene di non limitarsi a bloccarlo.

Ma – insieme a un amico 29enne che gli dava manforte - di dargli anche una «riscaldata» di botte. A porre termine alla colluttazione sono stati i carabinieri di Desio e il ladro è finito in manette. Il proprietario dell’auto e il suo amico invece sono andati al pronto soccorso, dove sono stati medicati con una prognosi di dieci giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento