Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Lissone

Operai al lavoro: ecco tutti gli interventi nelle scuole di Lissone

Manca poco al ritorno in aula e nelle scuole lissonesi si stanno ultimando diversi interventi per il rientro in classe in sicurezza

Manca ormai poco al suono della prima campanella e a Lissone gli operai sono al lavoro per ultimare gli interventi per un ritorno in classe in sicurezza. 

Hanno preso il via i lavori propedeutici all’ottenimento della Certificazione Prevenzione Incendi (CPI) nei plessi Dante e Volturno, un maxi-intervento da quasi 900mila euro che prevede interventi su compartimentazione locali, infissi, uscite di sicurezza, porte REI, camminamenti e sistemi di allarme. La prima parte di interventi terminerà alla fine di agosto, per poi riprendere nell’estate del 2022 quando le opere verranno ultimate con il conseguiomento del CPI.

Alla Scuola Dante è inoltre in corso un altro importante intervento che porterà all’ampliamento del refettorio scolastico e che sarà pronto per la ripresa del servizio mensa.

Il medesimo intervento per il conseguimento del CPI è in corso nella scuola Vico (frazione Bareggia): le opere hanno riguardato l’ampliamento della larghezza delle porte d’ingresso e la conseguente posa di nuove porte in alluminio in grado ora di aprirsi a 180 gradi; la realizzazione del sistema anti incendio prevede la posa di un nuovo allarme acustico, di nuove porte di sicurezza, di una nuova scala di emergenza e del relativo camminamento esterno. Ogni classe sarà dotata di un proprio avvisatore acustico in caso di emergenza, mentre il sistema idraulico verrà rinnovato per far fronte ad eventuali emergenze.

Prossimi al via i lavori relativi alla realizzazione della nuova scala di sicurezza antincendio, finalizzati all’adeguamento della normativa di prevenzione incendi della scuola primaria Moro, per i quali il Comune investirà 30mila euro. Tale intervento era già previsto, ma per un problema tecnico legato ai sottoservizi è stato oggetto di modifica progettuale e di un nuovo bando.

In quattro plessi si interverrà invece con nuove recinzioni sia per meglio identificare gli spazi destinati ad essere usati esclusivamente dai piccoli alunni, sia per sostituire delimitazioni ormai ammalorate dal tempo.

Nel caso dell’asilo Tiglio le nuove recinzioni sostituiranno le precedenti e garantiranno una miglior suddivisione degli spazi interni, stesso obiettivo alla scuola materna Cagnola dove una nuova recinzione separerà gli spazi destinati all’aspetto educativo da quelli utilizzati dall’Associazione Cagnola.

Alla scuola Piermarini una nuova recinzione separerà gli spazi in uso alla scuola materna da quelli usati per altre attività, mentre alla scuola Penati verranno separati gli ingressi utilizzati da bambine e bambini da quelli dei fornitori. Per le nuove recinzioni, la spesa complessiva sarà di circa 11mila euro.

“Complessivamente anche nel 2021 investiamo un milione di euro per la messa in sicurezza delle nostre scuole - afferma Marino Nava, assessore con delega alla Città Vivibile -. Investire sulla formazione delle nostre giovani generazioni significa investire sul futuro della nostra città. Inoltre, prima dell’inizio dell’attività didattica, tutte le scuole saranno oggetto di ulteriori verifiche agli impianti elettrici e idraulici e verrà effettuata una verifica dell’arredo a disposizione degli studenti. Sappiamo che il rientro di settembre in aula rappresenterà un primo ritorno alla normalità e come Amministrazione Comunale stiamo lavorando per far sì che tutto possa essere sicuro, gradevole e piacevole”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operai al lavoro: ecco tutti gli interventi nelle scuole di Lissone

MonzaToday è in caricamento