Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Carnate

Marco Aliprandi: continua il mistero della scomparsa nella neve

I cani da valanga del Soccorso spelologico stanno cercando il giovane disperso in Umbria. Tracce deboli, e una ricostruzione che non spiega tutto

E' un giallo senza fine la scomparsa di Marco Aliprandi, 32enne lissonese disperso a Pietralunga. Secondo la ricostruzione del quotidiano online Umbria24, il brianzolo  avrebbe cercato di recarsi in un casolare di proprietà dei genitori, restando sorpreso da una tormenta di neve. Al contrario di quanto pensato nelle prime ore dopo la ragedia, l'immobile non apparterrebbe alla zia. Resta da chiarire perchè Marco sia uscito di casa e se l'abbia mai raggiunta.

Il solo indizio della presenza del giovane sarebbe un interruttore della luce trovato acceso e una testimonianza che ha visto la casa illuminata giovedì sera scorso: appigli deboli, ma che sono l'unica traccia da cui partire.

A Pietralunga la neve è altissima, e per raggiungere la casa i soccorritori hanno dovuto utilizzare sci del tipo da sci-alpinismo e racchette da neve: la strada battuta dai mezzi spazzaneve dista infatti più di un chilometro. Anche i cani da valanga stanno cercando qualche traccia olfattiva.

Intanto i genitori di Marco starebbero partendo dalla Brianza alla volta dell'Umbria per assistere da vicino alle ricerche del figlio. Il cellulare di Marco risulta spento, ma i Carabinieri chiedono a chi dovesse avere notizie, anche qui in Brianza,  di contattare la stazione di Pietralunga (tel.075/9460013), la compagnia Città di Castello (tel.075/862781) o in alternativa  la più vicina caserma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Aliprandi: continua il mistero della scomparsa nella neve

MonzaToday è in caricamento