Lissone, multa ai furbetti con la targa straniera

Giro di vite contro i furbetti della ztl a Lissone. Le telecamere del varco elettronico che delimita il centro storico da alcuni giorni avevano monitorato il passaggio ripetuto di numerose auto con targa straniera. In particolare, insistenti erano i tour in centro di alcuni suv di apparente nazionalità romena, slovena o tedesca. Da martedì, il giro di vite.

I falsi stranieri hanno trovato ad aspettarli non più un occhio elettronico, ma un vigile in carne e ossa. Difficile dunque «marinare» la multa con la copertura di una targa straniera. Anche perché l’inflessibile ghisa ha preteso il pagamento «brevimano» della sanzione. Sorpresa: i suv con targa straniera ogni volta erano guidati da automobilisti italiani, in possesso di vetture immatricolate all’estero. Uno stratagemma che da ieri non funziona più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento