Lissone, cinque richiedenti asilo multati per accattonaggio

Nei giorni scorsi il sindaco del comune brianzolo aveva scritto al prefetto, sollevando l'ipotesi di un "racket dell'elemosina in città"

Cinque cittadini nigeriani sono stati sottoposti a un controllo dai carabinieri della compagnia di Desio nell’ambito di un’operazione dedicata ai questuanti a Lissone. I cinque stranieri hanno dichiarato di essere richiedenti asilo, accolti in strutture della provincia di Como, Lecco e Monza.

Nei confronti dei questuanti è scattata sanzione amministrativa per accattonaggio molesto. Il servizio si aggiunge a una serie di controlli dei carabinieri sul territorio, dedicati ai questuanti già effettuati a Muggiò, Desio e Cesano Maderno.

In merito alla situazione di Lissone e alla massiccia presenza di questuanti in città, il primo cittadino del comune brianzolo, Concettina Monguzzi, aveva scritto una lettera al prefetto, ipotizzando anche l'esistenza di un "racket dell'elemosina". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento