Lissone, ubriaco picchia la moglie e aggredisce i carabinieri

E' stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e violenza e resistenza a pubblico ufficiale

Ogni sera la stessa scena: il marito, un cittadino ecuadoriano di 27 anni, alzava il gomito e poi picchiava la moglie. L’identico copione si è ripetuto anche martedì sera.

Dall’appartamento di via Oslavia, a Lissone, si sono sentite le consuete urla e le richieste di aiuto della donna. I vicini hanno chiamato i carabinieri. E quando il 27enne si è trovato di fronte i militari della compagnia di Desio, ha malmenato anche loro, sferrando una testata a uno dei sottoufficiali e insultando i militari.

L’ecuadoriano, un operatore sanitario incensurato, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La donna, ricoverata all’ospedale San Gerardo di Monza, ha ematomi ed escoriazioni in tutto il corpo. La mamma si è decisa a rivolgersi ai carabinieri perché ha una bambina piccola e temeva anche per la sua incolumità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

Torna su
MonzaToday è in caricamento