menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Lite in famiglia al campo nomadi, minacce, calci e pugni contro gli zii: due arresti

Nell'area, lungo la provinciale Monza-Trezzo, nel territorio di Vimercate, sono intervenuti i carabinieri

I carabinieri di Vimercate lunedì pomeriggio sono intervenuti all'interno di un campo rom lungo la strada provinciale Monza-Trezzo per una violenta lite familiare scoppiata tra due fratelli che ha coinvolto anche il nipote della vittima. 

Tutto è iniziato intorno alle 17 quando per alcuni dissidi familiari l'uomo, 47 anni, insieme al figlio 27enne, ha bloccato l'accesso all'area di fronte alla propria abitazione alla vettura con a bordo il fratello (e zio) e la moglie. I due uomini si sono fermati in mezzo al piazzale e hanno costretto con le minacce la coppia a scendere dal veicolo per poi aggredire entrambi con calci e pugni. 

Sul posto, prima che la lite potesse degenerare e avere conseguenze drammatiche, sono intervenuti i militari dell'Arma che hanno arrestato per violenza privata e lesioni personali in concorso i due uomini.

I due in seguito alla direttissima sono stati sottoposti alla misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle vittime. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento