Nasconde alla madre il nuovo lavoro e scatta la cartella esattoriale: lite in casa, arriva la polizia

E' successo a Monza dove nell'appartamento sono dovuti intervenire gli agenti

Una volante della polizia di Stato

Quando ha aperto la busta recapitata dall'Agenzia delle Entrate e ha visto una cartella esattoriale da oltre mille euro ha pensato che ci fosse un errore. Ma purtroppo era tutto vero. 

E così, per quell'errore nella compilazione del 730, ha chiesto spiegazioni alla figlia che secondo quanto le aveva raccontato era ancora a carico suo e disoccupata. Da qualche tempo invece la giovane aveva cominciato a lavorare in una agenzia interinale, regolarmente assunta. Peccato però che abbia omesso di dirlo alla madre a cui aveva fatto credere di non avere alcun impiego e di non percepire stipendio.

E così in casa è scoppiata un'accesa lite che, per essere sedata, ha richiesto anche l'intervento della polizia chiamata dalla ragazza. Tutto è cominciato poco dopo le 22.30 in un appartamento in zona Policlinico. La donna, 48 anni, ha iniziato a discutere con la figlia 24enne animatamente e poco dopo nell'abitazione sono arrivati gli agenti della Questura di Monza che hanno ascoltato le parti e cercato di sedare l'infuocato litigio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

  • Incidente a Monza, scontro tra auto e ambulanza diretta al San Gerardo

Torna su
MonzaToday è in caricamento