menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partita di carte finisce a colpi di coltello nel centro profughi: un arresto

In ospedale, con due ferite, è finito un ragazzo di 21 anni

Una partita a carte a Brugherio lunedi sera è finita a coltellate al centro profughi di via de Gasperi.

All'interno del centro che ospita alcuni cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale è scoppiata una violenta lite tra due ragazzi nigeriani ospiti della struttura. I due, 21 e 35 anni, stavano giocando a carte in una delle camere dell'ex oratorio quando, intorno alle 20.30, per un banale malinteso relativo alla posta in gioco, una puntata di cinque euro, hanno iniziato a discutere.

Dalle parole il più giovane dei due è subito passato alle mani e ha aggredito con due colpi al volto il rivale che ha risposto con due coltellate. Il trentacinquenne ha ferito con due fendenti il giovane alla spalla sinistra e alla coscia destra, sfiorando appena l'arteria femorale.

Sul posto in pochi istanti sono giunti i carabinieri grazie alla chiamata di emergenza del responsabile del centro che aveva allertato i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Monza non appena aveva sentito la discussione animarsi. L'aggressore è stato arrestato con l'accusa di lesioni personali gravi aggravate mentre la vittima è stata trasferita d'urgenza in ospedale al San Gerardo di Monza dove il ragazzo è stato ricoverato con una prognosi di trenta giorni. 

Secondo quanto riferito dai medici della struttura sanitaria che hanno soccorso il 21enne per pochi centimetri il fendente non ha sfiorato l'arteria femorale. Per entrambi i ragazzi non risultavano precedenti penali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento