Padre e figlio litigano in casa poi si scagliano contro i carabinieri: due denunce

E' accaduto nella serata di venerdì a Seveso. A chiamare i militari era stata la compagna del padre

La violenta lite in casa tra padre e figlio, la chiamata ai carabinieri e l'aggressione ai militari, culminata addirittura con la minaccia di un coltello. Venerdì sera impegnativo per i carabinieri di Seveso che intorno alle 20 del 14 febbraio sono intervenuti in un'abitazione del comune brianzolo dove era stata segnalata un'animata discussione in corso tra un uomo di 68 anni e suo figlio 26enne. A chiedere l'intervento dei militari era stata la compagna del 68enne.

Quando i carabinieri sono arrivati in casa però sono stati aggrediti dal giovane - affetto da disturbi psichici - che si è prima scagliato contro gli uomini in divisa e poi si è diretto di corsa verso la propria auto. Contro i carabinieri si è schierato anche il padre, nel tentativo di agevolare la fuga del figlio.

I militari, grazie al supporto dei colleghi della tenenza di Cesano Maderno, sono riusciti a rintracciare il ragazzo nella sua abitazione di Cogliate. Quando ha visto alla porta gli uomini dell'Arma il 26enne non ha reagito bene e, impugnando un coltello da cucina, ha mincciato i carabinieri. Disarmato, è stato fermato e denunciato insieme al padre per resistenza e violenza a pubblico ufficiale prima di essere ricoverato presso il reparto di psichiatria dell'ospedale di Saronno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento