Cronaca Stazione / Via Enrico Arosio

Lite in stazione per un cellulare, due uomini finiscono in ospedale

La polizia di Stato e i soccorsi del 118 sono intervenuti nella notte in via Arosio

Chiazze di sangue sull'asfalto e cocci di bottiglia ovunque. Questo lo “scenario” che per l'ennesima volta si è presentato davanti agli occhi dei poliziotti intervenuti in stazione per una nuova violenta lite.

Ad allertare le forze dell'ordine nella notte di mercoledì è stato un passante che ha chiamato il centralino del commissariato intorno alla una riferendo di aver visto due cittadini stranieri, un uomo di colore e un sudamericano, litigare animatamente in strada per un presunto furto di un cellulare. Insieme ai vetri e al sangue, all'ingresso della stazione i poliziotti, hanno trovato anche un giovane del Ghana, corrispondente alla descrizione del testimone che aveva segnalato la lite, che in inglese ha riferito agli agenti che il suo aggressore era fuggito via in direzione di corso Milano.

Proprio qui poco dopo alcuni passanti hanno segnalato la presenza di una persona sudamericana ferita in strada, la stessa coinvolta nella lite in stazione. I due litiganti, entrambi feriti e tutti e due soccorsi dal personale medico del 118, sono stati trasferiti all'ospedale San Gerardo di Monza. I due però non sono stati in grado di raccontare che cosa fosse accaduto poco prima e hanno fornito ai poliziotti due versioni differenti della lite, accusandosi reciprocamente per il furto di un cellulare. Il cittadino sudamericano ha raccontato di essere stato aggredito da un uomo di colore, che lo avrebbe ferito al capo con una pietra. Il cittadino del Ghana, trovato in stazione dalla polizia, invece ha riferito al personale in divisa di essere stato avvicinato lungo i binari da due soggetti stranieri mentre attendeva il treno e di essere stato accusato di aver rubato un cellulare a uno dei due individui. Nonostante il giovane cercasse di far valere le proprie ragioni i due lo avrebbero immobilizzato e colpito con una bottiglia di vetro alla testa.

Alla luce dei numerosi indizi a suo carico, la polizia ha deciso di fermare il cittadino sudamericano che è stato accompagnato in commissariato, sottoposto ai rilievi dattiloscopici e denunciato per lesioni personali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in stazione per un cellulare, due uomini finiscono in ospedale

MonzaToday è in caricamento