Tentano il furto di ferro da una azienda di Macherio: due arresti

Due pregiudicati di 41 e 46 sono finiti in manette: entrambi hanno precedenti di polizia per reati contro il patrimonio

L'operazione è stata portata a termine dai carabinieri di Biassono

Ci hanno provato a risalire sul furgone senza dare nell'occhio davanti ai carabinieri dopo aver predisposto tutto nel buio per mettere a segno un furto ai danni di una ditta che tratta materiale ferroso a Macherio.

Ma gli uomini in divisa erano proprio fuori appostati ad aspettare un passo falso.

Una pattuglia della stazione di Biassono che era impegnata in un servizio di controllo sul territorio del comune per contrastare i furti ai danni delle ditte ha raggiunto via Laghetto dove in passato i malviventi avevano preso d'assalto proprio quell'azienda altre volte.

Fuori dalla sede hanno notato un furgone sospetto senza conducente a bordo. 

Hanno aspettato qualche tempo sospettando che all'interno dell'azienda ci fosse qualche malintenzionato. Poco dopo sono arrivati due uomini che hanno messo in moto il mezzo e si sono allontanati. I carabinieri li hanno inseguiti e fermati. In seguito a una serie di accertamenti i militari sono riusciti a ricostruire la dinamica dell'accaduto e hanno appurato che i due, con precedenti per reati contro il patrimonio, si erano introdotti nella ditta scavalcando la recinzione e avevano accatastato materiale in acciaio per un valore totale di circa 3mila euro.

Il bottino era stato posizionato nei pressi del cancello di ingresso a poca distanza dal quale era stato parcheggiato il furgone per caricarvi il materiale e fuggire via. 

La presenza dei carabinieri ha fatto saltare il piano e permesso di arrestare i due ladri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di un 41enne originario di Seregno e un uomo di 46 anni residente a Macherio, entrambi pregiudicati e disoccupati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Il coronavirus torna a far paura: "Situazione può diventare esplosiva, adesso Monza rischia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento