rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Lissone

Un cucciolo di maiale abbandonato in uno scatolone alla fermata dell'autobus

Trovato in uno scatola, ora “Peter” è ospite del rifugio di Monza

Un cucciolo di maiale abbandonato all’interno di uno scatolone e lasciato alla fermata dell’autobus. E’ accaduto nella serata dello scorso 8 dicembre, sotto la neve. Ad accorgersi dell’animale è stato il fiuto di un cane, a passeggio con i suoi padroni. Dall'interno si sentivano i rumori tipici di un animale spaventato. Un'occhiata all'interno e la sorpresa: sdraiato sul fondo e terrorizzato, tra avanzi di mele c'era un piccolo maiale pezzato.

Sul posto sono arrivati i carabinieri di Desio che hanno attivato il servizio di zooprofilassi dell'ATS MB. L’animale è stato poi trasferito al rifugio di Monza gestito dall'ENPA. L’ultimo arrivo Il maialino, battezzato Peter, ha solo tre mesi, ed è un maialino nano thailandese (detto anche vietnamita o pancia a tazza). È stato trovato in buono stato di salute e visitato anche dai veterinari ATS per gli obbligatori esami ematici. È comprensibilmente molto spaventato: gli è stato assegnato un box riscaldato con tanta paglia e segatura dove può giocare e nascondersi. Federica, l’operatrice responsabile del reparto Animali Diversi del rifugio di Monza, ha immediatamente impostato un menu personalizzato per farlo crescere bene e in salute. E ogni giorno i volontari passano con lui un po’ di tempo per abituarlo alla presenza dell'uomo.

Peter non è certamente il primo maiale arrivato all'ENPA di Monza. Scrooge, Scroofy per gli amici (anch'esso un maiale thailandese), era arrivato nel dicembre 2014, accalappiato nel Bosco Urbano di Lissone dove si era rifugiato dopo una rocambolesca fuga da un circo in compagnia di un cammello. Aggredito dai cani, arrivato all'ENPA ferito e curato, era vissuto coccolato e viziato prima che un brutto tumore all’intestino lo portasse via nel marzo 2019. Dopo Scrooge è arrivata Heidi (maialina vietnamita), ritirata in seguito alla scomparsa del suo proprietario in Brianza. Vive tuttora in un recinto tutto per lei ma ha imparato a interagire anche con gli altri animali della fattoria didattica.

“L’aggettivo “nano”, infatti, è fuorviante, perché, mentre un maiale da carne può arrivare ai 200-300 chili (ma c’è chi arriva anche a 700), il maialino nano raramente si ferma a 30-40 chili, arrivando a pesarne anche 90” spiegano dall’Enpa.. Per quanto possa essere intelligente, curioso e affezionarsi ai membri della famiglia, è assolutamente inappropriato tenerlo in appartamento; ha bisogno di disporre di uno spazio all’aperto con un riparo adeguato e possibilmente una pozza d’acqua, perché, contrariamente a quanto si possa pensare, è un animale molto pulito.

maialino in braccia-fb-957-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un cucciolo di maiale abbandonato in uno scatolone alla fermata dell'autobus

MonzaToday è in caricamento