rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
I danni e la solidarietà / San Rocco

Dopo il disastro la solidarietà per aiutare quegli oltre 200 inquilini anziani terrorizzati dal nubifragio

Succede a Monza, nel complesso Aler di San Rocco

“Grazie. Un grazie immenso a tutti gli inquilini che ci hanno dato una mano per affrontare un evento che io, in mezzo secolo di vita nel rione, non avevo mai visto”. A parlare alla redazione di MonzaToday è Pino Saccà, referente del Comitato inquilini Case Aler di San Rocco a Monza all’indomani del terzo nubifragio che ha causato gravi danni anche nel grande complesso popolare. Sei stabili per un totale di 286 famiglie che, come in altre zone della città, sono state gravemente colpite. Ma all’interno del complesso – che comprende gli stabili di via Fiume, Zara e Monfalcone – in queste giornate che hanno profondamente segnato la comunità monzese, si è respirata anche tanta solidarietà e aiuto.

“Soprattutto da parte degli inquilini più giovani: di quei ragazzi e papà che terminato l’acquazzone si sono subito dati da fare per iniziare a liberare, dove per loro possibile, lo stabile da rami e detriti. Ma un grazie anche a chi ha saputo confortare e sostenere i tantissimi inquilini anziani, spesso soli in casa, che nei loro vicini hanno trovato un prezioso punto di riferimento”. 

I danni nel complesso Aler di San Rocco

Anche a San Rocco il nubifragio ha creato grandi danni. Nel complesso Aler sotto le forti raffiche del vento e della pioggia sono caduti i “cappucci” dei fumaioli, si sono staccate, diverse scossaline dei tetti, sono andate distrutte anche le antenne tv. Oltre ad alberi e rami caduti. “Sembrava l’apocalisse - prosegue Saccà -. Mai vista una cosa del genere. Mentre andavo a far visita agli inquilini più anziani o fragili per accertarmi che non fosse successo nulla e chiedere se avevano bisogno qualcosa ho scoperto che a San Rocco, almeno la memoria dei più anziani, non ricorda un disastro come questo. Per fortuna nessuno si è fatto male”. Passata la tempesta nel grande complesso popolare di San Rocco ci si è messi subito al lavoro: in campo i volontari della protezione civile e gli addetti dell’Unità operativa gestionale di Aler Monza e Brianza, oltre ai tanti giovani che sono subito accorsi per dare una mano e riportare pulizia e sicurezza nel grande complesso residenziale nel cuore del rione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il disastro la solidarietà per aiutare quegli oltre 200 inquilini anziani terrorizzati dal nubifragio

MonzaToday è in caricamento