Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Nova Milanese

Lancia in aria cagnolino di due mesi e lo prende a calci: follia in stazione

Teatro delle violenze, la stazione Santa Maria Novella di Firenze. Nei guai un cinquantenne di Nova Milanese

Prima lo ha lanciato in aria, poi lo ha preso calci. Quindi, dopo aver visto i poliziotti andargli incontro, ha cercato di nasconderlo con forza in un borsone. Vittima di un cinquantenne di Nova Milanese è stato un cucciolo meticcio di appena due mesi. Teatro delle inspiegabili violenze, la stazione Santa Maria Novella di Firenze. E' lì infatti che il cinquantenne brianzolo - già conosciuto alle forze dell'ordine - è stato denunciato dalla polizia per il reato di maltrattamenti di animali. 

Nella tarda mattinata di martedì, davanti a numerosi testimoni, l'uomo ha preso a calci il cucciolo dopo averlo lanciato in aria e avergli urlato contro offese incomprensibili. Richiamato dal personale delle Ferrovie, appena si è accorto che stavano per intervenire i poliziotti, il cinquantenne ha afferrato il “lupacchiotto” per il collo, infilandolo con forza dentro un borsone.

Poi ha cercato di guadagnare l’uscita dalla stazione attraverso la banchina del binario 5, continuando ad imprecare contro l’animale. Dopo pochi metri, però, è stato raggiunto e bloccato dai militari che hanno soccorso il piccolo animale e identificato subito il soggetto.

Sul posto sono intervenuti anche agenti del corpo forestale dello Stato che hanno verificato le condizioni del cagnolino, affidato poi alle cure del personale veterinario dell'Asl. 

Il piccolo meticcio, affettuosamente ribattezzato “Binario”, è ora in attesa di una famiglia che possa prendersene cura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lancia in aria cagnolino di due mesi e lo prende a calci: follia in stazione

MonzaToday è in caricamento