Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Lesmo

Muore in mare a 18 anni, l'addio a Manuel: "La sua voglia di vita e di amicizia è stata spezzata"

Il ricordo dell’istituto Greppi di Monticello che Manuel Perez, di Lesmo, frequentava

Manuel Perez

A settembre avrebbe ferquentato l'ultimo anno dell'istituto Greppi di Monticello Manuel Perez, lo scout di 18 anni che venerdì ha perso tragicamente la vita in mare a Camogli, in Liguria dopo essersi tuffato a ridosso di Punta Chiappa con un gruppo di amici.

Il ragazzo, residente a Lesmo, secondo quanto ricostruito, sarebbe annegato in mare mentre faceva il bagno con altri scout. I compagni sarebbero riusciti a tornare a riva mentre l'amico non ce l'ha fatta, forse colto da malore. Immediatamente si è mobilitata la macchina dei soccorsi: la richiesta di aiuto è partita da gruppo nel momento in cui i giovani si sono resi conto che il 18enne era scomparso. Dall'aeroporto di Genova è decollato un elicottero dei vigili del fuoco con i sommozzatori, mentre la capitaneria di porto ha avviato le ricerca via mare. Il corpo del 18enne è stato individuato poco dopo, ormai privo di vita. La comunità del paesino brianzolo si è stretta attorno al dolore della famiglia.

Martedì sera a Lesmo, presso la chiesa Santa Maria Assunta, si terrà una veglia di preghiera con il gruppo scout di Vimercate. I funerali invece sono in programma per la giornata di mercoledì 18 agosto alle 15.

Il ricordo del prof: "La sua voglia di vita, di amicizia, di amore spezzata"

La comunità educante dell’istituto Greppi di Monticello desidera manifestare tutta la propria vicinanza e cordoglio, in questo momento di immenso dolore, alla famiglia di Manuel Perez per la sua improvvisa e tragica scomparsa. Viviamo il suo ricordo attraverso le parole del suo caro Prof. di Italiano Antonio Pellegrino:

“Il 13 agosto, nel mare di Camogli, è morto Manuel Perez, studente della nostra futura 5 EA. Una notizia terribile, a cui non è mai possibile essere preparati. Dostoevskij si chiedeva perché i bambini debbano soffrire; noi ci domandiamo: perché Manuel?

Non potrà più parlarci del Napoli e della Ferrari, presentare i suoi power point realizzati con impegno, chiedere di lavorare in gruppo con le sue compagne o cantare una canzone a fine ora … La sua voglia di vita, di amicizia, di amore è stata spezzata e a noi che restiamo rimangono sofferenza e insicurezza. Cammineremo per questo mondo con la consapevolezza dolorosa di non averlo al fianco, con la memoria di aver vissuto con lui a Villa Greppi quattro anni bellissimi, talvolta complicati (specie gli ultimi). Alla sua famiglia, e a sua madre in particolare che tante volte abbiamo incontrato, va il nostro pensiero: non c’è consolazione, non c’è modo di affrontare la perdita di un figlio, ma lo dovrà fare, come noi…

A tutti noi, compagni di classe, studenti e personale della nostra scuola, sconvolti da questa perdita, rimane il piacere di averlo conosciuto, di essere stati felici con lui. Ciao Manuel, ti sia lieve la terra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore in mare a 18 anni, l'addio a Manuel: "La sua voglia di vita e di amicizia è stata spezzata"

MonzaToday è in caricamento