rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Sos buche: la mappa delle passeggiate a rischio in centro (ma non solo)

Le segnalazioni dei monzesi di strade spesso trasformate in groviere

Piazza Cambiaghi, piazza Trento e Trieste, piazza Citterio, via Italia, via Carlo Alberto, corso Milano, via Mauri, via Buonarroti, via Appiani, via Falcone Borsellino, via Marsala, via Monte Oliveto, Volta. Ma ogni quartiere ha le sue zone con marciapiedi e attraversamenti pedonali a rischio. 

Queste sono solo alcune delle vie che presentano una pavimentazione sconnessa: buche, dislivelli, sampietrini che saltano. E i passanti che finiscono a terra. Qualcuno procurandosi una semplice sbucciatura delle ginocchia, altri finendo direttamente in ospedale con rotture o fratture. 

Quelle delle buche in città (sia in centro sia in periferia) non è una novità degli ultimi mesi. Da anni a Monza ci sono problemi con la pavimentazione delle strade, dei marciapiedi e delle aree pedonali. Le segnalazioni fioccano. Molte anche sui social con tanto di foto che testimoniano la pericolosità di alcune tratte. Tra le ultime, in ordine di tempo, quella di un'utente del gruppo Facebook Monza Segnalazioni che la presenza di buche e tombini in via Baioni, poco lontano dalla scuola.

Numerose anche le cadute in piazza Cambiaghi, ma non mancano ruzzoloni anche nelle centralissime vie Carlo Alberto e Italia. Cadute che alcune volte finiscono direttamente in tribunale con le vittime che chiedono il risarcimento al Comune. E un lettore ci chiede: "Che fine hanno fatto le squadre tappa buchi?".

Un salotto buono che, in alcuni tratti, necessita di rattoppi. "Nel 2019 il Comune ha finanziato con 400mila euro il programma di manutenzione delle strade del centro, un piano già inserito nel Piano delle Opere Pubbliche ma mai finanziato - riferiscono dal Comune -. Con quei fondi sono stati eseguiti interventi nel piazzale della stazione, in via Bergamo, in via De Gradi e in una parte di via Vittorio Emanuele".

Il problema è, però, che la coperta è corta e quei fondi non riescono certamente a ricoprire tutti gli interventi necessari per sistemare i problemi delle strade. "Quei 400mila euro sono stati utilizzati per intervenire nelle strade del centro storico più ammalorate - fanno sapere da Palazzo -. Via Italia e via Carlo Alberto non sono rientrate nel piano degli interventi. Ma quando gli uffici ricevono le segnalazioni dei cittadini i tecnici effettuano un sopralluogo. Una valutazione tecnica per intervenire in un piano di ripristino più ampio di quello del singolo intervento. Nel 2022 è in programma un nuovo progetto di finanziamento per la manutenzione straordinaria delle strade del centro". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sos buche: la mappa delle passeggiate a rischio in centro (ma non solo)

MonzaToday è in caricamento