Fiumi di droga in Brianza: hashish in box a Macherio e 44 piante di marjiuana a Lentate

Due arresti nel giro di pochi giorni

Lo stupefacente sequestrato

Droga. Fiumi di droga che continuano a scorrere nei comuni della Brianza. A testimoniare la quantità di sostanze stupefacenti che ogni giorno viene acquistata nella provincia di Monza, sono anche le operazioni dei carabinieri. Due quelle messe a segno dalla compagnia di Seregno negli ultimi giorni. Lunedì mattina un marocchino di 48 anni è stato arrestato per detenzione e spaccio. Nel garage di casa, nel centro storico di Macherio, nascondeva tre chili di hashish. La «roba» era divisa in 27 panetti. Sperava fosse invisibili. Ma non è sfuggita agli occhi lunghi delle forze dell’ordine.

Martedì pomeriggio, a Lentate sul Seveso, un giovane di 32 anni è stato pure lui arrestato. Nel giardino della sua villetta aveva piantato 44 piante di cannabis. Le piante, innaffiate e curate come figlie, erano arrivate a essere alte mezzo metro. Forse la loro grande rigogliosità ha attirato l’attenzione dei carabinieri. In casa, il 32enne, già noto alle forze dell’ordine per avere il pollice verde, conservava altri 700 grammi di «maria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento