Marò, Allevi rifiuta l'invito del Console Generale indiano e infiamma la polemica

"Non posso partecipare ad una festa di un Paese che trattiene da 24 mesi e in modo del tutto ingiustificato Salvatore Girone e Massimiliano Latorre" ha spiegato

Il Presidente Allevi alla fiaccolata organizzata a Monza per i marò tempo fa

“Cosa dovrei festeggiare mentre i nostri ragazzi rischiano la pena di morte?”.

Ha replicato così il Presidente della Provincia di Monza e Brianza Dario Allevi, all’invito ricevuto dal Console Generale dell’India, Manish Parbhat, per il ricevimento organizzato il 24 gennaio per la ricorrenza della 65esima Giornata nazionale della Repubblica dell'India.

“Non posso partecipare ad una festa di un Paese” ha poi aggiunto il Presidente Allevi “che trattiene da 24 mesi e in modo del tutto ingiustificato Salvatore Girone e Massimiliano Latorre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento