menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Governo del Marocco paga le spese per il rimpatrio della salma del giovane assassinato sul filobus

Ieri l'appello della monzese Amrita Ceravolo per pagare le spese di rimpatrio del giovane marocchino assassinato un mese fa a Milano. Oggi dal Consolato del Marocco è arrivata la bella notizia. Intanto i fondi raccolti verranno devoluti alla madre che vive in condizioni di difficoltà in Marocco

La salma di Mouhssine ritornerà presto a casa a spese del Governo del Marocco, e i fondi raccolti in meno di ventiquattro ore per sostenere il rimpatrio verranno donati alla madre che vive in Africa in condizioni di difficoltà.

Questo il lieto epilogo del dramma che ha visto protagonista Mouhssine, un giovane marocchino che a metà giugno ha trovato la morte a Milano, sul filobus 91, dove si è imbattuto in alcuni cittadini stranieri che, in seguito a una lite, lo hanno accoltellato a morte.

Solo dopo alcune settimane dall’omicidio le forze dell’ordine hanno rintracciato e arrestato uno dei colpevoli e la Procura della Repubblica ha dato il via libera all’espatrio della salma.

Ma a quel punto è iniziato un secondo dramma: la madre di Mouhssine, che vive in Marocco, non aveva i soldi per il rimpatrio. La monzese Amrita Ceravolo - volontaria dell’associazione Foodforall che aiuta i senzatetto della stazione centrale di Milano e che conosceva il giovane assassinato - ha lanciato un appello sui social. Servivano 2.400 euro per sostenere le spese di rimpatrio della salma.

La notizia e la generosità sono diventate subito virali e in meno di ventiquattro ore sono stati raccolti circa 1.500 euro. Questa mattina il Console del Marocco ha contattato Amrita e la redazione di MonzaToday assicurandoci che il Governo del Marocco si accollerà tutte le spese per il ritorno della salma del giovane in Patria. Le procedure sono già state avviate, bisognerà aspettare i tempi tecnici per l’ultimo viaggio di Mouhssine.


Ma questa non è la sola bella notizia. Grazie all’appello lanciato su Monzatoday Amrita Ceravolo è stata contattata anche dalla persona che ha assistito Mouhssine negli ultimi istanti di vita. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Dpcm Draghi fino a Pasqua: cosa cambia a Monza e in Lombardia

Attualità

A Monza e Brianza la curva dei ricoveri sale e il covid torna a far paura

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    "Tesoro ritorna!" Una dichiarazione d'amore appesa sul palo della luce

  • Scuola

    Come sarà la maturità 2021? Tutte le risposte

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento