Massaggi a luci rosse, denunciate due donne irregolari

L'attività in una palazzina. Sul posto i carabinieri

Cinesi

Due donne cinesi di 48 e 37 anni sono state deferite all'autorità giudiziaria per presenza illegale sul suolo italiano nelle scorse ore.

Secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine le due esercitavano la professione di massaggiatrici 'a luci rosse' senza alcuna autorizzazione a Lissone, in uno stabile di via Mazzini.

Sono stati i residenti ad avvertire i militari, visto un continuo viavai di clienti nella palazzina. I carabinieri, così, hanno deciso di vederci chiaro.

E scoperto che le due asiatiche non avevano alcun permesso. I clienti erano adescati con degli annunci su internet. L'appartamento era affittato a un pregiudicato lombardo, la cui posizione è al vaglio: non sono noti i rapporti con le cinesi. La proprietaria della casa, invece, pare fosse all'oscuro di tutto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento