rotate-mobile
Cronaca Meda

Abbandona i rifiuti vicino al cestino: "furbetto" beccato dalle telecamere

E' successo a Meda: la polizia locale è risalita al responsabile grazie al sistema di videosorveglianza

Probabilmente pensava di farla franca, ma il sistema di telecamere presenti in città non gli hanno lasciato scampo. E agli agenti della polizia locale di Meda è bastato visionare le immagini per risalire al responsabile.

Nel comune brianzolo continua la battaglia contro l'abbandono dei rifiuti. Gli agenti della polizia locale nei giorni scorsi sono risaliti alla persona che aveva abbandonato rifiuti ingombranti proprio accanto al cestino della spazzatura nel quartiere di San Giorgio. Il cittadino, invece di fare la raccolta differenziata, ha preferito lasciare il grande scatolone di cartone e due sacchi di plastica colmi di immondizia direttamente sul marciapiede, proprio accanto al cestino. Sperando che, l'operatore ecologico, durante il servizio recuperasse e smaltisse anche quei rifiuti. 

Ma gli agenti della polizia locale di Meda, grazie alla visione di immagini registrate in precedenza, sono riusciti a risalire al responsabile. Il cittadino è stato rintracciato e, come prevede la legge, è stato sanzionato. 

"La tecnologia dà una mano a indentificare chi non rispetta l'ambiente - dichiara Claudio Delpero, comandante della polizia locale della cittadina brianzola -. E soprattutto ci auguriamo che costituisca sempre più un deterrente verso questo tipo di azioni".

Il caso, con tanto di foto di immondizia abbandonata, è stato postato sulla pagina Facebook del Comune di Meda. Non solo con lo scopo di informare i cittadini sulle attività della polizia locale, ma anche per avvertire eventuali malintenzionati che all'occhio del grande fratelle medese non scappa nulla. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandona i rifiuti vicino al cestino: "furbetto" beccato dalle telecamere

MonzaToday è in caricamento