rotate-mobile
Cronaca / Meda

È in una camera del bed&breakfast con la moglie e arrivano i carabinieri: denunciato

Ricercato per furto e spaccio è stato beccato grazie al web

Il suo nome su "Alloggiati web", il portale che raccoglie le generalità delle persone ospitate in hotel e bed and breakfast, ha permesso ai carabinieri di trovarlo mentre era nella stanza della struttura ricettiva di Meda insieme alla moglie. 

Protagonista un uomo cileno di 38 anni denunciato insieme ad altri tre sudamericani irregolari sul territorio e ricercato dai carabinieri per un tentato furto di cui è stato protagonista qualche tempo fa nel comune di Santa Marinella, in provincia di Roma. Già noto alle forze dell'ordine anche per reati contro il patrimonio e per spaccio di sostanze stupefacenti, l'uomo è stato rintracciato subito dopo aver messo piede nel bed&breakfast brianzolo, in via Leonardo da Vinci. Dovendogli notificare l'atto relativo al tentato furto nel Lazio, ma risultando l'uomo irreperibile, i carabinieri avevano infatti diramato un alert nel portale della polizia di Stato "Alloggiati web", che raccoglie le generalità delle persone ospitate in hotel e bed and breakfast e nel quale i gestori di esercizi alberghieri e delle altre strutture ricettive sono obbligati a registrare tutti i loro clienti. Non appena registratosi nella struttura di via Meda, dunque, la ricerca dei carabinieri ha avuto una svolta inattesa. 

Raggiuntolo, gli uomini dell'Arma lo hanno preso insieme alla moglie, anche lei cilena, classe '92, e anche lei già nota per reati contro il patrimonio e domiciliata a Roma, e insieme a una coppia composta da una 30enne cilena e da un 28enne argentino. Entrambi domiciliati a Milano e incensurati. Dagli accertamenti è emerso infine che tutti e quattro sono irregolari sul territorio e sono stati quindi denunciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È in una camera del bed&breakfast con la moglie e arrivano i carabinieri: denunciato

MonzaToday è in caricamento