Scivola per 100 m e muore sulla Grigna: Meda perde Antonio Asnaghi

Esperto alpinista, in compagnia di tre amici era diretto al Bivacco Merlini. Ma una lastra di ghiaccio si è staccata a causa del sole di questi giorni

MEDA - E' caduto per un centinaio di metri sulla Grigna. Il "caldo" di questi giorni è stato fatale al medese Antonio Asnaghi, scultore:  la lastra di ghiaccio su cui si trovava si è sciolta, forse a causa dell'aumento delle temperature di questi giorni.  Esperto alpinista, Asnaghi era in compagnia di due amici al momento della tragedia. Loro sono riusciti a salvarsi. L'uomo invece è precipitato. Quando è arrivato l'elisoccorso, l'alpinista era ancora vivo; non c'è stato però nulla da fare. L'elicottero ha recuperato anche gli altri due escursionisti, in stato di choc.

CHI ERA - Nato in paese nel 1951, non sposato, Asnaghi abitava in via Cadore, dove c'era anche il suo laboratorio. Apprezzato scultore, aveva ottenuto numerosi riconoscimenti per la sua attività artistica. E' il secondo apinista medese a perdere la vita in pochi mesi in montagna: lo scorso giugno Egidio Molteni non aveva più fatto ritorno dalla Grignetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento