Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

"Sono malata, ho bisogno di soldi": la nonna non ci casca e smaschera la truffatrice

Succede a Meda. Una donna di 95 anni riceve la telefonata di una donna che si spaccia per la figlia, le annuncia di essere malata e che ha bisogno di soldi. Ma l'anziana non ci casca

La nonna non ci casca e la truffatrice resta con un pugno di mosche in mano.
Truffa sventata ai danni di una donna di 95 anni di Meda. A raccontare la dinamica dell’accaduto, e a mettere in allerta la popolazione, è il gruppo del Controllo del Vicinato di Meda.

Il fatto è accaduto sabato 6 marzo. L’anziana era in casa quando ha ricevuto la telefonata di una donna in lacrime che si spacciava per la figlia. Ottima parlantina, conoscenza dei nomi dei familiari più stretti, e poi la richiesta immediata di soldi.

La “finta” figlia  annuncia all’anziana che si è appena sottoposta al tampone, è risultata positiva al covid e rischia di morire. La può salvare solo una cura sperimentale, che però è a pagamento. Da qui la richiesta di denaro.

L’anziana alla notizia che la figlia è malata, scoppia in lacrime. Risponde che in casa ha solo pochi contanti. La truffatrice non si fa trovare impreparata e le chiede di preparare allora un po’ di oro. La nonna corre subito in camera a racimolare i suoi averi ma, fortunatamente, a quel punto le si accende anche il dubbio che qualcosa in quella richiesta non va.

Riattacca il telefono, rintraccia la figlia sul telefonino, e le racconta l’accaduto. La donna è sollevata prima dal fatto che la figlia non è malata, e poi da quello di non essere caduta nella rete della truffatrice. Resta sempre il dubbio di come la truffatrice conoscesse informazioni dettagliate della famiglia della donna.

Immediata la segnalazione alle forze dell’ordine, e poi sul gruppo Facebook del Controllo del vicinato di Meda. 

La raccomandazione è sempre la stessa: soprattutto in questo momento di pandemia dobbiamo stare vicino ai nostri anziani e invitarli a non aprire la porta agli sconosciuti, rispondere alla richiesta di fornire soldi e oro, e al primo dubbio telefonare immediatamente al 112.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono malata, ho bisogno di soldi": la nonna non ci casca e smaschera la truffatrice

MonzaToday è in caricamento