Merce rubata per 250mila euro nascosta in un box e ritrovata dai carabinieri

La scoperta in un garage condominiale a Paderno Dugnano da parte dei militari della compagnia di Desio: la merce era pronta per essere spedita all'estero

Oltre 250 mila euro: a tanto ammonta il valore della merce recuperata dai carabinieri della tenenza di Paderno Dugnano, all'interno di un box condominiale di grandi dimensioni. Si tratta di oggetti rubati in diverse occasioni in varie località, dalla Brianza a Milano ma anche altrove, da parte di una banda di almeno sei o sette persone, molto organizzata.

La banda utilizzava il box da meno di un mese, ma i condòmini si erano già accorti che qualcosa non quadrava. Troppi i movimenti anche notturni di furgoni e camioncini. Così qualcuno ha chiamato i carabinieri che, la sera del 5 luglio, hanno organizzato un appostamento. In breve tempo è "comparso" un moldavo di 30 anni, residente a Desio con la moglie e la figlia, conosciuto dalle forze dell'ordine per furto e ricettazione. I carabinieri l'hanno bloccato e sono entrati insieme a lui nel box.

All'interno i militari hanno trovato un'incredibile quantità di materiale già impacchettato con sigle di nominativi stranieri, chiaramente pronto per essere spedito all'estero, in Paesi dell'Europa dell'Est. Ci sono volute molte ore per terminare l'inventario; poi, la mattina del 6 luglio, i carabinieri hanno contattato diverse ditte per riferire di avere trovato il loro materiale, ricevendo la conferma che si trattava di oggetti rubati.

GUARDA IL VIDEO 

Tra le scoperte più particolari, circa seimila prodotti di marca L'Oreal, di cui non è stato ancora individuato l'esatto magazzino oggetto del furto. Solo questi prodotti valgono, sul mercato, più di 100 mila euro. E poi diversi barbecue da almeno 4 mila euro ciascuno, frutto di un furto ad un'azienda distributrice di Milano: in quella occasione erano stati rubati anche diversi arredi da giardino. E ancora, dieci climatizzatori portati via da un negozio di Concorezzo con due diversi "trasporti" nel giro della stessa nottata. Durante il secondo "carico", tra l'altro, il furgone era stato intercettato e inseguito dai carabinieri, ma era riuscito a dileguarsi.

Risale a gennaio 2016 il furto in una ditta di Desio di circa 130 mila paia di calze e collant da donna ritrovati nel magazzino. Ancora a Concorezzo sono stati rubati (e ritrovati a Paderno) accessori per biciclette, tra cui manubri. E poi più di quindici plance per navigatori e computer di bordo di automobili Mercedes e Bmw.

Molta della merce rubata dalla banda è già stata spedita all'estero. Ne è la prova il fatto che il rivenditore di climatizzatori di Concorezzo lamenta un furto del valore di 150 mila euro, mentre i condizionatori ritrovati sono circa una decina. I carabinieri ipotizzano che la banda, per spedire il materiale, si servisse dei corrieri che fanno la "spola" tra Milano e i Paesi dell'Est partendo dal parcheggio di Cascina Gobba. Proprio lì il moldavo (intestatario del regolare contratto di locazione del box) ha spiegato di avere conosciuto suoi connazionali a cui avrebbe "affidato" il locale. Sulle prime si è dichiarato completamente estraneo a quanto avveniva all'interno, ma poi ha ammesso la partecipazione quantomeno all'attività di immagazzinamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il gip ha convalidato la custodia cautelare perché la moglie - sentita dai militari - ha ammesso che la famiglia era in procinto di lasciare l'Italia. I carabinieri stanno proseguendo le indagini per individuare gli altri membri della banda. Intanto, gran parte della refurtiva è già stata restituita ai proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento