Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca San Gerardo / Via Giambattista Pergolesi

Classifica degli ospedali italiani: ci sono anche Desio e Monza

E' stata pubblicata dalla rivista Wired sulla base di dati Agenas. I risultati dei nosocomi sono stati monitorati e riportati in un'infografica. Ecco come ci si cura in Brianza

MONZA - La rivista Wired ha pubblicato un'infografica (guarda) che mette a confronto i migliori - e peggiori - ospedali italiani. Diversi i parametri considerati: dopo aver raccolto i dati per ciascuna patologia, viene quindi valutato il numero di decessi correlati confrontato con la media nazionale. 

I DATI -  I dati sono stati raccolti da Agenas (Agenzia Nazionale per i servizi sanitari): per ognuno dei 1200 nosocomi italiani, l'ente ha raccolto gli esiti delle cure per le principali patologie. Si va dagli infarti alle fratture del femore (un parametro utile a valutare le cure prestate agli anziani).  Per il nostro territorio, sono stati monitorati gli ospedali di Monza e Desio.

BUONSENSO - Le cifre vanno ovviamente interpretate con buonsenso: impossibile paragonare piccoli ospedali di provincia con grandi policlinici in cui, ovviamente, la casistica è più varia e il rischio di decesso più alto. E' stata però condotta un'operazione di filtraggio  per ridurre al minimo le distorsioni, e ottenere un quadro quanti più possibile vicino alla realtà.

I dati analizzati provengono dalle schede di dismissione ospedaliera (Sdo) che l'ospedale è tenuto a compilare per ogni paziente ricoverato. Si tratta di dati da sempre raccolti e utilizzati dal ministero della Salute per monitorare le performance dei nosocomi, ma che fino al 2012 non erano accessibili. A partire dallo scorso anno, è stato invece possibile visionarli ai medici e ai giornalisti accreditati.

IL SAN GERARDO DI MONZA  - Ma come si comportano gli ospedali brianzoli? Tutto sommato bene. Se per l'infarto del miocardio il San Gerardo è lievemente sopra la media nazionale, per l'infarto senza angioplastica il numero di decessi è decisamente inferiore. Performace negativa nel caso di infarto del miocardio con Ptca (13,39% contro 4,81%), mentre è esattamente nella media il numero dei pazienti morti dopo bypass cardiaco. Il San Gerardo si comporta però decisamente bene sulle fratture al collo del femore e nei casi di tumore al polmone, al colon e al retto. E' importante ricordare per una corretta comprensione che un grande ospedale riceve ogni anno decine di migliaia di pazienti: da lì transitano spesso i casi più gravi, e questo aumenta la possibilità di insuccesso delle terapie.

L'OSPEDALE DI DESIO -  Nell'infografica compare anche Desio. L'ospedale cittadino si difende bene soprattutto nei casi di infarto. Male invece la mortalità nel caso di pazienti con scompenso cardiaco (quasi il doppio della media nazionale) e ictus. Leggermente superiore alla media, per finire,  la percentuale di decessi per fratture al collo del femore e per tumore al colon.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Classifica degli ospedali italiani: ci sono anche Desio e Monza

MonzaToday è in caricamento