Impugna un martello e minaccia di morte la moglie: la salvano i carabinieri

L'episodio a Lentate sul Seveso: la donna da anni subiva i maltrattamenti del marito violento che dodici anni fa, a causa delle botte, la costrinse a un intervento chirurgico per l'asportazione della milza

Immagine di repertorio

Quando i carabinieri della stazione di Lentate sul Seveso sono entrati nell'abitazione hanno trovato l'uomo ubriaco, fuori di sè, con un martello in mano, intento a devastare i mobili di casa.

Furente di rabbia, durante una lite, brandendo l'arma era arrivato a minacciare di morte anche la moglie. E' stato solo l'allarme lanciato da un vicino di casa che nel tardo pomeriggio di venerdì ha impedito che la situazione potesse degenerare. Nell'appartamento di un 41enne pregiudicato, noto in paese come persona aggressiva e protagonista in diverse occasioni di episodi analoghi di violenza, sono intervenuti i carabinieri.

Grazie all'intervento dei militari la moglie, vittima da anni di maltrattamenti, è stata tratta in salvo e il 41enne arrestato. Si è trattato dell’ultimo episodio di una storia più che decennale di soprusi e angherie, sopportate in silenzio dalla vittima, che, nel 2004, aveva dovuto subire l’asportazione della milza per le percosse subite.

L'uomo ora si trova in carcere a Monza e dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento