Minaccia di morte i vicini di casa perché non raccolgono le feci del cane

A Nova Milanese denunciato un pensionato

“Ti ammazzo, hai finito di mangiare il pane in questo cortile”.

Parole pesanti, che un 66enne ha indirizzato a una coppia che viveva nell’appartamento di fianco - 31 anni lui e 43 lei – colpevoli a suo dire di non raccogliere le feci del cane dal marciapiede. Il diverbio tra il pensionato e i due vicini di casa è accaduto domenica sera in una vecchia corte in via San Sebastiano, a Nova Milanese. Il pensionato ha lasciato un biglietto sul parabrezza dell’auto dei due fidanzati, in cui scriveva di non lasciare escrementi di animali sulla strada.

Non contento, quando li ha incontrati ha aggiunto: “Avete letto il cartello”? La donna si è limitata a replicare che provvedeva sempre a rimuovere le deiezioni del suo cane. Per tutta risposta, il pensionato è tornato armato di mazza, minacciando di usarlo contro i due. Sono arrivati i carabinieri e hanno denunciato il 66enne per minacce aggravate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento