Minacce di morte contro Vittorio Brumotti, due giovani monzesi denunciati

Nei guai sono finiti due ragazzi di 21 e 22 anni, trapper brianzoli. Uno dei due è stato trovato in possesso di uno sfollagente e denunciato

L'inviato di Striscia Brumotti aggredito in stazione a Monza (Foto Bennati)

Minacce di morte, pesanti insulti e istigazione alla violenza. Una catena di odio e aggressività verbale, fomentata attraverso i social network, a cui hanno messo fine i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Monza. Due giovani monzesi di 22 e 21 anni, trapper locali, sono stati denunciati per istigazione a delinquere e atti persecutori.

La denuncia e le indagini

A far partire gli accertamenti della polizia di Stato e le indagini è stata la denuncia dell'inviato di "Striscia la Notizia" Vittorio Brumotti che lo scorso 29 aprile si è presentato al commissariato Centro di Milano per segnalare le continue minacce di morte ricevute attraverso svariate piattaforme social da Instagram a Facebook da parte di persone di cui non conosceva la vera identità ma solo lo pseudonimo. L'accanimento, secondo quanto riferito anche dallo stesso campione di bike trail conosciuto dal pubblico soprattutto per i servizi che gira in sella alla sua bicicletta nelle principali piazze di spaccio italiane, era legato alla sua ultima "visita" a Monza. 

Denunciati "Mr_Rizzus" e "Jordan.20900"

Sono stati i politiziotti della Squadra Mobile della Questura di Monza a dare un volto all'identità digitale dei due e hanno scoperto che dietro i nomi "d'arte" si celavano due trapper monzesi già noti alle forze dell'ordine per episodi di microcriminalità e reati predatori sul territorio. Nella mattinata di venerdì gli agenti hanno effettuato le perquisizioni nei confronti dei due ed è stato sequestrato il materiale elettronico in loro possesso. A uno dei due monzesi è stato anche contestato il possesso ai fini di spaccio di marijuana (40 grammi). Entrambi sono stati denunciati per istigazione a delinquere ed atti persecutori.

Con lo sfollagente in stazione e le minacce alla polizia

Nel pomeriggio poi uno dei due giovani, il trapper monzese "Jordan.20900" è stato fermato dalla Polfer di Monza e trovato in possesso di uno sfollagente telescopico e per questo denunciato. Appena rilasciato dagli uffici delle forze dell'ordine poi il ventenne non ha perso tempo e ha postato sui social un video di minaccia e diffamazione contro i poliziotti che lo hanno fermato. Nei suoi confronti quindi è scattata una nuova denuncia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "C'è un serpente nel mio giardino": chiama l'Enpa ma i volontari lo trovano morto con ferita in testa

  • Lite tra automobilisti degenera, agenti aggrediti all'incrocio: quattro denunce

  • Da martedì riapre il Parco, via libera anche nei giardinetti: le novità della Fase 2 in città

  • Coronavirus, altri 42 contagi in Brianza: 462 nuovi positivi in Lombardia e 54 morti

  • Positivo al Covid esce e va in giro: uomo denunciato per 'diffusione di malattia infettiva'

  • Forti temporali e maltempo, allerta "arancione" a Monza e Brianza

Torna su
MonzaToday è in caricamento