rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Roma

Minaccia morte il sindaco di Lissone su Facebook: identificato dai carabinieri

L'uomo aveva scritto su Facebook "Sparargli nella testa"

È un operaio di 55 anni l’autore delle minacce di morte rivolte al sindaco di Lissone, Concetta Monguzzi su facebook. A scoprirlo sono stati i carabinieri di Desio, dopo che lo stesso sindaco aveva presentato un esposto alle forze dell’ordine. L’uomo si è detto rammaricato e si è scusato con il sindaco.

Il 55enne aveva scritto parole veramente forti: "Sparargli alla testa, cosa dite"? Una vera e propria minaccia di morte, che non il sindaco non ha potuto far passare inosservata: "Pensare di uccidere una persona o incitare gli altri a farlo, solo perché non la pensa come vorremmo, mi fa tornare alla mente periodi cupi della storia passata" aveva commentato. Le minacce erano state rivolte dopo che il sindaco aveva partecipato un convegno dedicato all’accoglienza dei migranti. 

"Come sindaco mi batto da sempre per la libertà di pensiero e di parola, accetto il confronto a patto che vi sia disponibilità ad ascoltare e rispettare le posizioni altrui – aveva spiegato – L’idea che qualcuno voglia spararmi in testa perché esprimo le mie opinioni mi ha spinto ad agire".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia morte il sindaco di Lissone su Facebook: identificato dai carabinieri

MonzaToday è in caricamento